Blitz ai Mondiali di sci di fondo in svolgimento in Austria, nove arresti per doping tra cui anche cinque atleti

Nove persone sono state arrestate a Seefeld nel corso di un blitz antidoping delle polizie austriaca e tedesca durante i Mondiali di sci di fondo. Tra gli arrestati, secondo quanto reso noto dalle forze dell’ordine locali, ci sono anche cinque atleti di Austria, Estonia e Kazakistan. Le forze dell’ordine stanno effettuando perquisizioni in diverse località. Il raid della polizia è arrivato dopo i risultati delle indagini da parte dei pubblici ministeri negli ultimi giorni. Diversi agenti di polizia in azione sia a Seefeld che a Erfurt sin da questa mattina, coordinati dalle autorità tedesche e austriache, che si sono concentrate su squadre di diverse nazioni. 

A quanto riporta il giornalista dell’emittente tedesca Ard, Hajo Seppelt, il primo a dare notizia del blitz antidoping di questa mattina, gli atleti coinvolti “sono stati colti il flagranza di reato” dalla polizia. Al momento non sono ancora stati resi ufficiali i nomi degli arrestati, quello che emerge è che i due austriaci coinvolti fanno parte del team di sci di fondo impegnato a Seefeld nei mondiali di sci nordico. L’operazione congiunta della polizia tedesca e austriaca, denominata ‘Operation Bloodletting’ ha smantellato una rete che effettuava “doping ematico” da diversi anni. Ancora da chiarire se l’operazione antidoping sia scattata dopo le rivelazioni del campione di sci di fondo austriaco Johannes Duerr, condannato per uso di Epo ai Giochi olimpici invernali di Sochi e autore di un libro in cui si parla delle trasfusioni di sangue illegali avvenute in Germania.

Condividi:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *