Extracomunitari ammassati in casa in condizioni igienico sanitarie precarie, blitz delle Fiamme gialle a Salerno contro affitti in nero. Elevate sanzioni per oltre 5mila euro

Extracomunitari alloggiati come sardine in appartamenti fatiscenti e con scarse condizioni igienico-sanitarie. E’ lo scenario che i finanzieri di Salerno si sono ritrovati nel centro storico della citta’ durante un’attivita’ svolta per contrastare l’immigrazione clandestina e gli affitti ‘in nero’. Controllati quattro edifici, abitati per lo piu’ da cittadini del Bangladesh, nei quali e’ apparsa evidente una situazione di notevole sovraffollamento. In stanze di pochi metri quadrati dormivano fino a otto persone, sistemate in letti a castello o su giacigli di fortuna ed in condizioni molto precarie. I baschi verdi, in collaborazione con i vigili urbani, hanno passato al setaccio otto appartamenti. “Si tratta di una situazione che coinvolge quattro proprietari di immobili, 3 persone fisiche e una societa’, ai quali sono riconducibili complessivamente oltre 20 immobili, tra Salerno e la provincia”, ha spiegato il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Salerno, il generale Danilo Petrucelli. “Ora – ha aggiunto – verifichiamo la regolarita’ dal punto di vista fiscale delle locazioni degli immobili per vedere se sono stati registrati regolarmente i contratti e, se per i canoni effettivamente percepiti, sono state pagate le imposte”, ha aggiunto.

Negli otto appartamenti sono stati identificati 68 cittadini extracomunitari, di cui 62 del Bangladesh, 3 del Pakistan e 3 dello Sri Lanka. Di questi, 4 sono risultati privi del permesso di soggiorno e, percio’, condotti in questura e raggiunti tutti da inviti a lasciare il territorio italiano in cinque giorni. Un eventuale sgombero degli edifici controllati non e’ escluso, perche’, ha sottolineato il generale “sono stati interessati gli uffici competenti del Comune e, in questo caso, e’ richiesto l’intervento della polizia municipale”. Da valutare anche situazioni di subaffitti illegali. Intanto, sono state accertate anche 25 violazioni amministrative come la mancata comunicazione della dichiarazione di ospitalita’ alla questura e la mancata iscrizione nelle liste anagrafiche del Comune di Salerno. Percio’, elevate sanzioni per 4.730 euro. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *