Testato lanciamissili di grosso calibro in Corea del Nord

La Corea del Nord ha testato un “lanciamissili di grosso calibro” senza tuttavia la presenza al test del leader Kim Jong Un. Lo affermano i media di Stato, che danno conferma del lancio di due proiettili, il quarto test in un mese, avvenuto ieri. Con il mondo concentrato sulla pandemia di coronavirus e la Corea del Nord che insiste sul fatto di non aver avuto nemmeno un caso di Covid-19, lo Stato isolato ha portato avanti quattro di questi lanci in questo mese, cercando di normalizzare i test. L’Agenzia stampa centrale (Kcna) non ha riportato che Kim ha diretto il test, come invece e’ consuetudine. A guidare le manovra era il vice presidente del partito al governo Ri Pyong Chol: un fatto insolito.

Il Comando congiunto sudcoreano, citato dall’agenzia Yonhap, ha chiesto a Pyongyang di interrompere immediatamente i lanci definendo gli ultimi test “molto inopportuni” in un momento in cui il mondo sta combattendo contro la pandemia di coronavirus. Un altro invito alla cautela e’ arrivato dal dipartimento di Stato americano, che ha sollecitato Pyongyang a tornare al tavolo dei negoziati sulla questione missilistica e nucleare. Il lancio di ieri avviene a una settimana dalla rivelazione da parte della Corea del Nord di una lettera inviata a Kim dal presidente Usa, Donald Trump, per offrire assistenza contro l’epidemia di coronavirus, a cui la Corea del Nord non ha ancora dato una risposta ufficiale.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.