Cinema: al festival di Berlino sarà proiettato ‘Il bidone’ di Federico Fellini in versione restaurata

 La Cineteca di Bologna vola a Berlino con il restauro del film ‘Il bidone’, diretto nel 1955 da Federico Fellini e interpretato da Broderick Crawford, Giulietta Masina, Richard Basehart, Franco Fabrizi e Sue Ellen Blake. Domani sara’ proiettata al Festival di Berlino la versione “lunga” del film, che Fellini porto’ alla Mostra del Cinema di Venezia, alla quale vennero poi apportati diversi tagli, in vista della distribuzione nelle sale. Il restauro e’ frutto del lavoro della Cineteca di Bologna e del suo laboratorio L’Immagine Ritrovata, assieme a The Film Foundation e Titanus. Dopo la prima berlinese di domani, il restauro del Bidone sara’ presentato al Cinema Lumiere della Cineteca di Bologna (piazzetta Pasolini) sabato alle 20.30. Il film di Fellini non rappresenta l’unico impegno della Cineteca di Bologna a Berlino: in programma, sempre domani, anche il film muto ‘Il gabinetto delle figure di cera’, diretto nel 1924 dal regista tedesco Paul Leni e restaurato dalla Deutsche Kinemathek e dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata. Infine, martedi’ 25 febbraio, torna a Berlino – dove aveva avuto il suo battesimo nel 1998 – il lungometraggio d’esordio del regista cinese Jia Zhang-ke ‘Xiao Wu – The Pickpocket’, restaurato dalla Cineteca di Bologna e The Film Foundation’s World Cinema Project al laboratorio L’Immagine Ritrovata. ‘Xiao Wu’, prodotto con un budget irrisorio, fu realizzato in massima segretezza, per eludere la censura in patria. E’ la Cina post-maoista e post-Tien-an-men quella ritratta da Jia Zhangke con uno sguardo ai due cineasti del cuore, Pasolini e Bresson (il titolo internazionale ‘The Pickpocket’ e’ infatti un omaggio al maestro francese).

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.