Trasporto pubblico a Napoli: il sindaco di Napoli De Magistis tuona, “Non rinnoverò il contratto di Anm se non verranno innalzate le qualità dei servizi. Se non rispetta le condizioni, come l’abbiamo salvata la faremo chiudere” 

In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuto Luigi DE Magistris, sindaco di Napoli: “Adesso credo che, in queste ore, dovremmo risolvere anche il tema degli ingombranti, che è rimasto l’unico problema della città. Per quanto riguarda i rifiuti, la squadra è al lavoro e il programma che hanno messo in campo mi rassicura tantissimo. La politica delinea delle regole e noi le abbiamo date, anzi, sono anche molto dure. Ci sono delle ordinanze che impongono ai commercianti  di tener pulito nei pressi della propria attività. Non dobbiamo attendere sempre che sia un’altra persona  risolvere i nostri problemi; ci vorrebbe più maturità nella nostra città. A Milano hai difficoltà nel trovare una carta per terra. C’è più attenzione da parte di tanti all’interno della città. Via dei Tribunali, che è stracolma di cestini, Asìa non ha possibilità di passare, quindi c’è bisogno di mettere in campo una sorta di accordo con i condomini. Bisogna sempre migliorarsi e chiedere agli altri a fare di più, oltre che fare gli osservatori e i critici. Anm? a situazione è complessa. L’altro giorno è stata messa in sicurezza, e questo non è un risultato che può essere liquidato come un  mera pratica burocratica.   Adesso l’azienda è stata messa in condizioni di operare, il 31 dicembre scade il contratto di servizio. Metterò delle condizioni: non rinnoverò il contratto di Anm se non verranno innalzate le qualità dei servizi. Con la fine dell’inverno entreranno in funzione i filobus, i treni della linea 1 arriveranno, la linea 6 verrà attivata. Se tutte queste condizioni non verranno accettate, Anm, come è stata salvata, verrà sciolta. E’ il momento di pensare ai cittadini, quindi se ciò non accade, non si può procedere i questo modo. Anm, se non garantisce il servizio, non ha modo di esistere. Io sono per il pubblico perché credo nel pubblico, ma se Anm non funziona, ci sarà un servizio privato. Ci deve essere orgoglio in tutto questo lavoro. Non credo che ogni giorno ci sia un guasto tecnico nella metropolita. Il servizio pubblico ha un senso se funziona. Erogheremo i 54 milioni solo se l’amministratore di Anm garantisce, per iscritto, una serie di condizioni. Di sinistra c’è sempre bisogno, altrimenti avremmo un vuoto clamoroso. Napoli, nonostante i periodo storico difficile, ha trovato una strada ”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.