“Codice Rosso” e tutela delle vittime della violenza di genere. I Carabinieri hanno arrestato un 52enne di Qualiano (Napoli) e un 56enne di Poggioreale per atti persecutori

Continua l’attività di tutela delle fasce deboli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. Due le persone arrestate per atti persecutori. I carabinieri della stazione di Qualiano hanno arrestato un 52enne del posto già noto alle forze dell’ordine: per quasi due anni ha vessato l’ex moglie nonostante la loro relazione fosse da tempo finita. Non accettando la rottura il 52enne si è ripetutamente presentato sotto casa della vittima. Ha Minacciato di bruciarla viva e dato prova alla vittima di conoscere ogni suo spostamento, descrivendole nei minimi dettagli episodi della sua vita privata.

Raggiunto da un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Bari l’uomo è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari. Scenario simile per un 56enne di Poggioreale, arrestato dai carabinieri della locale stazione in forza di un’ordinanza di custodia cautelare emessa al GIP del Tribunale di Napoli. Secondo quanto ricostruito, l’uomo, per diversi mesi ha pedinato l’ex compagna in ogni suo spostamento. L’ha più volte picchiata, minacciata ed insultata. E’ ora in carcere.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.