Operazione di polizia e Guardia di finanza contro droga e armi sul Gargano, 24 arresti, in manette affiliati al clan Li Bergolis di Monte Sant’Angelo

Una ordinanza di custodia cautelare per traffico di droga e armi è stata notificata questa mattina a 24 presunti esponenti e affiliati del clan dei “Montanari” Li Bergolis-Miucci, ritenuta batteria di fuoco attiva su Monte Sant’Angelo, da sempre in lotta con i Romito. L’operazione è stata condotta da agenti della Squadra mobile di Foggia con militari del Gico della Guardia di Finanza, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari. I provvedimenti, in parte in carcere in parte ai domiciliari, sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Bari. Le indagini sono partite nel 2016 e si sono concluse nel 2018. Nell’ambito del blitz sono stati sequestrati anche numerosi beni ai pregiudicati della zona. Tra loro, c’è anche il capo dell’omonimo clan Enzo Miucci, 36 anni, sorvegliato speciale, tra i 24 indagati coinvolti nel blitz eseguito all’alba. Dei 24 indagati, 13 sono finiti in carcere e 11 ai domiciliari.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *