METEO: giornate difficili sul fronte del maltempo con frane ed esondazioni dal Piemonte alla Sicilia. Nei prossimi giorni nuova perturbazione con altre piogge, ma meno intense

“Non c’è pace per l’Italia in questo novembre eccezionalmente piovoso, alle prese con l’ennesima perturbazione atlantica che sta portando condizioni di maltempo localmente severo, in particolare al Nord, lungo le regioni tirreniche e sulla Sicilia” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – “Piogge forti hanno interessato in particolare Friuli Venezia Giulia, basso Piemonte e Liguria con nuove esondazioni nell’alessandrino e picchi di oltre 100mm. Frane e allagamenti anche in Toscana, in particolare tra senese e Maremma, mentre  forti temporali hanno colpito la Campania, Napoli inclusa. Non va meglio più a Sud, in Sicilia, colpita da nubifragi con pesanti allagamenti in particolare nell’Agrigentino: Licata è completamente sott’acqua. Nel frattempo ulteriori nevicate interessano le Alpi, sommese da oltre 1-2 metri di neve in quota, neve pesante e sciroccale che ancora non si è assestata. Prestare dunque massima attenzione al pericolo valanghe.”

 “Mercoledì avremo una parziale e breve tregua con tempo spiccatamente variabile e ancora qualche pioggia o temporale possibile sulle regioni tirreniche, al mattino anche sul medio versante Adriatico e residue deboli precipitazioni al Nord in esaurimento” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “tuttavia già tra giovedì e venerdì è attesa una nuova perturbazione che riporterà piogge soprattutto al Nord e sul versante tirrenico, nevicate sulle Alpi dalle quote medie. A differenza delle precedenti, tuttavia, questa dovrebbe risultare meno forte con precipitazioni in genere deboli al più di moderata intensità”

 “Passata la perturbazione di giovedì/venerdì il tempo si manterrà incerto anche nel weekend, con nubi irregolari ma piovaschi al più isolati al Centronord. Da monitorare invece un nuovo vortice mediterraneo che potrebbe coinvolgere le Isole Maggiori e l’estremo Sud nel weekend con qualche fenomeno anche di forte intensità. A seguire l’alta pressione potrebbe riportare un po’ di quiete meteorologica a partire dal Centronord almeno per qualche giorno; tuttavia l’anticiclone potrebbe non essere duraturo con nuovo cambiamento del tempo entro fine mese” – concludono da 3bmeteo.com

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *