La maltratta e spaccia, lo fa arrestare, una ventenne costretta a trasferirsi all’estero per evitare violenze

Un 30enne è stato arrestato dai carabinieri per aver perseguitato l’ex compagna e per spaccio di droga, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Monza. A far partire le indagini dei militari è stata la ventenne nordafricana, stanca di subire soprusi e maltrattamenti da parte dell’ex compagno, che l’aveva costretta a trasferirsi all’estero per sottrarsi alle violenze. La stessa giovane ha anche raccontato ai carabinieri del giro di spaccio gestito dall’uomo, di nazionalità marocchina. I carabinieri lo hanno individuato nelle scorse ore all’interno di un appartamento di Giussano (Monza) dove si era rifugiato. Per cercare di evitare l’arresto si è lanciato dalla finestra al primo piano della palazzina, ma è stato bloccato. In casa aveva un coltello a serramanico, mille euro in contanti e oggetti per confezionare la droga.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.