In ospedale per partorire la rimandano a casa, donna perde bimba

Un caso di presunta malasanita’ si sarebbe verificato all’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia. Una donna di 32 anni di Cessaniti (VV), M.G., ha perso la bimba che portava in grembo dopo essere stata rimandata ieri a casa dai medici in quanto non c’erano anestesisti per un parto cesareo. La donna si era recata in ospedale per la rituale visita di controllo in prossimita’ del parto. I medici avevano deciso per il parto cesareo, escludendo la necessita’ di un ricovero e rimandandola a casa. Stamani la complicazione, il ritorno in ospedale dove, dopo un trasferimento urgente in sala parto, e’ stato riscontrato il decesso del feto. Il marito della donna, dopo essersi scagliato contro alcuni arredi dell’ospedale, si e’ recato in Questura a Vibo Valentia per sporgere denuncia contro i sanitari che hanno avuto in cura la moglie al fine di chiarire ogni aspetto della vicenda ed accertare eventuali responsabilita’. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *