Musica: si inaugura la stagione sinfonica del teatro San Carlo nel segno di Ligeti e Mahler

Teatro di San Carlo

Dalle profondita’ spaziali misteriose della musica di Ligeti, al mal de vivre elegante e disincantato. Questa sara’ la cifra che impagina il concerto inaugurale della Stagione di Concerti 2019-2020, diretto, come da tradizione, da Juraj Valuha sul podio dell’orchestra del teatro di San Carlo. Si alza il sipario, dunque, sabato prossimo, con replica domenica, sulla nuova stagione, ricca di novita’, originalita’ e nomi di assoluto prestigio, con l’esecuzione di ‘Lontano’ composizione per grande orchestra scritta nel 1967 da Gyorgy Ligeti, accostata a ‘Das Lied von der Erde’ ovvero ‘Il canto della terra’ alla cui scrittura Gustav Mahler si dedico’ tra il 1907 e il 1908, per non poter mai assistere alla prima esecuzione, che avvenne nel 1911 a sei mesi dalla sua morte. La pagina ligetiana, utilizzata da Kubrick in ‘Shining’, e’ un continuo alternarsi di zone scure e luminose, dalle quali si elevano frammenti sonori dai timbri piu’ chiari per poi ripiombare in un magma proteiforme sottostante. Infatti, dopo un momento di massima intensita’ dell’ultima e piu’ complessa sezione, la partitura si sposta nella zona grave dei registri, per spingersi, in conclusione del brano, nella completa rarefazione del suono.

La musica e l’idea di ‘Das Lied von der Erde’, invece, partono da una suggestione letteraria, in cui gli elementi biografici hanno un peso ma non sono determinanti. Nel 1907, infatti, Mahler perse la primogenita; ispirazione per questo grande affresco sulla condizione umana, gli venne anche da un’antologia di liriche cinesi di epoche diverse dal titolo ‘Il Flauto cinese’. Il compositore boemo scelse sette poesie tutte risalenti all’epoca T’ang (618 – 907 d.c.) e le musico’, ricavando i sei numeri in cui si struttura l’intero ciclo del canto della terra. Interpreti per questa esecuzione il contralto Daniela Sindram e il tenore Eric Cutler.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.