Cibo e tradizioni: i Fratelli Salvo invitano le cittadinanze di Portici e San Giorgio ad un aperitivo in piazza in occasione della ristrutturazione della sede della storica Pizzeria

La pizzeria dei fratelli Francesco e Salvatore Salvo di San Giorgio a Cremano è la sede storica che dal 2005 con passione e dedizione, realizza uno dei prodotti più buoni al mondo: la pizza. La pizzeria di Largo Arso 10/16 presenta un menù nel pieno rispetto dell’autentica pizza napoletana, ma con un pizzico di innovazione, puntando su ingredienti di qualità per un prodotto top di gamma. Senza dimenticare  l’amore per i fritti, realizzati a mano uno a uno per offire una piccola delizia dal grande gusto.

Dopo aver aperto un’altra sede nel cuore di Napoli, alla Riviera di Chiaia, ottenendo subito un grande successo tra turisti, personaggi famosi e cittadini napoletani, è seguita la volontà di ristrutturare la sede “madre” di San Giorgio seguendo e dando continuità ad un grande stile fatto di passione e dedizione, nonchè di amore per la propria terra e per le proprie radici. 

La riapertura della Casa Madre di San Giorgio a Cremano – affermano i Fratelli Salvo – è stata per noi un evento importante, ci teniamo a festeggiarlo con la gente delle “nostre parti”.
Il 15 siete tutti invitati a Largo Arso, punto d’unione tra Portici e San Giorgio e sarà qui che la pizza si spoglierà delle vesti mediatiche odierne e tornerà a ricoprire il suo ruolo principale: far sorridere le persone”. “Vi aspettiamo con molte sorprese Martedì 15 Ottobre, dalle 18:30 alle 21:00“.

Ed è proprio vero: uscire fuori dall’eccessiva cassa di risonanza mediatica per riscoprire i veri valori della qualità e del piacere del gusto in un periodo in cui il troppo apparire ha calpestato la vera essenza delle tradizioni, tra cui la pizza è indiscussa protagonista. Auguri, dunque, ai Fratelli Salvo, che possiamo definire “ambasciatori” della tradizione e della qualità dei prodotti campani, oltre che della pizza ovviamente.

 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *