Falso ‘Made in Italy’, 66 denunce della Guardia di finanza di Gorizia. 35 società coinvolte i prodotti venivano fabbricati all’estero e importati

Prodotti fabbricati nei Paesi dell’Est dove erano state apposte anche indicazioni di prodotto italiano, e venduti in Italia. E’ l’illecita commercializzazione di quasi 5 milioni di articoli del valore di oltre 16 milioni di euro. Le etichette riportavano la falsa dicitura, insieme con il tricolore italiano, “Made in Italy”, “Prodotto italiano”. Lo hanno scoperto i militari GdF di Gorizia, al termine di indagini condotte tra 2016 e 2019 nell’ambito di una vasta operazione di polizia giudiziaria denominata “Made in”. Una parte dei beni illecitamente commercializzati – 350 mila prodotti e 217 mila chilogrammi circa di merci, sono stati sottoposti a sequestro probatorio. I finanzieri hanno denunciato 66 persone per il reato di falsa indicazione di origine italiana, quasi tutti italiani, amministratori delle aziende importatrici dei prodotti su cui sono stati applicati all’estero segni e indicazioni tali da indurre in inganno i consumatori finali sull’origine della merce.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.