Stesso giorno di nascita della Loren, Asia Argento compie 44 anni. Un’artista che si è fatta valere a livello internazionale, attiva socialmente e con vicende controverse

Figlia del celebre regista Dario e dell’attrice fiorentina Daria Nicolodi, è stata registrata allo stato civile con il nome di Aria, in quanto la normativa allora vigente impediva l’uso di alcuni tipi di nomi, tra cui quelli geografici; è tuttavia comunemente nota come Asia, nome che i genitori avrebbero voluto imporle e che utilizza prevalentemente anche in ambito lavorativo. La Argento è inoltre sorellastra dell’ex attrice e stilista Fiore, nata nel 1970 dal precedente matrimonio del padre con Marisa Casale. Oltre a Fiore aveva anche un’altra sorellastra, Anna Ceroli Nicolodi, nata il 9 giugno 1972 dalla precedente relazione di sua madre con lo scultore Mario Ceroli e deceduta in un incidente stradale il 29 settembre 1994. Dal 2000 al 2006 ha avuto una relazione con il cantante Morgan dei Bluvertigo, da cui nel 2001 ha avuto una figlia, Anna Lou, l’ha chiamata Anna in onore della sorella morta nel 1994, inoltre ha firmato recentemente lo sgombero di Morgan dalla sua abitazione perché a causa dei suoi debiti e del momento di difficoltà non è riuscito a pagarle il mantenimento nonostante come affermato da Morgan “lei non ne ha bisogno”. Nel 2008 ha sposato il regista Michele Civetta, da cui ha avuto, nello stesso anno, il figlio Nicola. La coppia si è poi separata nel 2012. Nel 2017 avviò una relazione con lo chef statunitense Anthony Bourdain. Nel giugno 2018 Bourdain fu rinvenuto morto in un hotel in Francia; appresa la notizia, la Argento ha ricordato il compagno su Twitter, chiedendo anche di rispettare la privacy della famiglia. Asia Argento si è dichiarata favorevole ai diritti gay e al matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Le accuse pubbliche a Weinstein e ad altri due registi per molestie

Nell’ottobre 2017 la Argento è stata tra le attrici che denunciarono pubblicamente il produttore americano Harvey Weinstein per molestie sessuali; in particolare l’attrice dichiarò che nel 1997, durante un party sulla Costa Azzurra, Weinstein l’avrebbe costretta a fargli un massaggio e a subire un rapporto orale. Per paura di ritorsioni ha scelto quindi di non rivelare prima la vicenda; dopo aver ricevuto diverse critiche la Argento annuncia di voler lasciare l’Italia. In un discorso al Festival di Cannes 2018 ha quindi confermato le sue accuse verso il produttore, dichiarando di essere stata abusata proprio a Cannes e aggiunge inoltre l’auspicio che i responsabili di comportamenti inappropriati verso le donne siano perseguiti. Oltre alle molestie subite da Weinstein, Asia Argento ha inoltre denunciato pubblicamente altri due episodi: un attore e regista italiano, quando lei aveva 16 anni, avrebbe avuto un comportamento sessualmente molesto mentre parlavano del personaggio all’interno di una roulotte, mentre anni dopo un regista statunitense le avrebbe fatto assumere la droga da stupro per poi violentarla mentre era in stato di incoscienza. In seguito alla diffusione delle accuse pubbliche, la Argento è considerata una delle esponenti principali del movimento per i diritti delle donne “#MeToo.

L’accusa di molestie da parte di Jimmy Bennett 

Ad agosto 2018 il New York Times pubblica un articolo contenente i dettagli di un accordo economico che la Argento avrebbe stipulato con l’attore statunitense Jimmy Bennett, il quale la accusava di molestie sessuali. Secondo l’accusatore, il 9 maggio 2013, in una camera d’albergo in California, quando egli aveva 17 anni, la Argento gli avrebbe fatto bere alcolici per poi aggredirlo sessualmente. L’attrice ha negato le accuse di violenza sessuale, dichiarando di non aver mai avuto una relazione sessuale con Bennett, e che quando quest’ultimo le ha chiesto una cifra spropositata (3 milioni e mezzo di dollari) per non rivelare alla stampa le molestie, il suo ex partner Anthony Bourdain avesse sostenuto la necessità di accordarsi per pagare all’attore 380.000 dollari ed evitare così pubblicità negativa. Dopo la smentita della Argento viene pubblicata online una sua fotografia che la ritrae in topless a letto con Bennett ed alcuni SMS tra lei ed un amico nei quali confermerebbe di aver avuto un rapporto sessuale con l’attore. Gli SMS sarebbero stati rivelati dalla modella Rain Dove, come lei stessa ha ammesso.

A settembre 2018 l’avvocato di Asia Argento dichiara che nel 2013 in California sarebbe stato Bennett ad attaccare la sua cliente, che avrebbe scelto di non denunciarlo per averla aggredita sessualmente. Il legale annuncia inoltre che il 1 agosto 2018 Asia Argento ha disposto l’immediata sospensione dei pagamenti previsti dall’accordo con l’attore, che aveva già ricevuto 250.000 dei 380.000 dollari previsti. Sempre a settembre 2018, Jimmy Bennett, ospite di Massimo Giletti nel programma “Non è l’Arena“, conferma di esser stato violentato e di aver subito un rapporto completo. Secondo il ragazzo, come nel caso Weinstein, “anche Asia ha abusato del proprio potere”. Il 1 ottobre 2018, nel rispetto del diritto di replica, Asia Argento partecipa al medesimo programma, dichiarando che le dichiarazioni di Bennett sono false, che era stato lui ad assalirla come “un ragazzo con gli ormoni impazziti”, e che tutte le precedenti rivelazioni della modella Rain Dove le erano state estorte con frode e inganno per poi essere rivendute ai giornali con omissioni studiate per falsare la verità, come già dichiarato con prove in una intervista al Daily Mail del 25 settembre.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.