Terremoto: Amatrice ricorda le vittime nel corso di una veglia di preghiera, il vescovo di Rieti “serve fiducia”

Notte di ricordi e commozione ad Amatrice, dove si e’ svolta la veglia di preghiera in ricordo delle 239 vittime del terremoto di tre anni fa. Le celebrazioni sono iniziate all’1.30, con la veglia che si e’ svolta presso il palazzetto dello Sport, celebrata dal vescovo di Rieti, Domenico Pompili: “Abbiamo bisogno della fiducia degli uni verso gli altri – ha detto il Monsignore – non si riprende il cammino senza fiducia. Occorre un sussulto di generosita’”. Al termine della funzione, il corteo e’ uscito per la fiaccolata, che per la prima volta e’ entrata in Corso Umberto I, ex “zona rossa”, per poi far ritorno davanti quel che resta della chiesa di Sant’Agostino. Dove, scanditi dai rintocchi della campana, sono stati letti uno ad uno i nomi delle vittime. Infine preghiera di chiusura presso il parco Don Minozzi. Stamattina le celebrazioni del ricordo proseguiranno ad Amatrice, alle ore 11, con la Santa Messa in ricordo delle vittime, quindi, alle ore 17, nuova funzione ad Accumoli. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *