Carburanti ed auto elettriche, cosa cercano online gli italiani? Ecco le tendenze

SEMrush, una piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online, ha realizzato una ricerca su cosa e come gli italiani si interessano a carburanti ed auto elettriche attraverso le loro ricerche online. Il numero di ricerche relative al diesel (49533 ricerche in media al mese) è stato il più alto negli ultimi tre anni. Per stilare la statistica, SEMrush ha analizzato 11 termini relativi all’energia. Inoltre è giusto notare che diesel e biodiesel sono i tipi di carburante più cercati anche in altri paesi del mondo come Spagna, Francia, Svezia, Giappone. La benzina (11061 ricerche in media al mese) occupa terzo posto nella classifica. Ma il punto più notevole dello studio è che “benzina” è il termine energetico che è in più rapida crescita, con un aumento annuale del 81,7% negli ultimi tre anni. I picchi delle ricerche degli italiani negli scorsi anni sono ad ottobre 2018 con 27100 ricerche mensili (+120% rispetto al mese precedente) e ad aprile di quest’anno, quando i numeri sono cresciuti di 2 volte. Ricordiamo che proprio ad ottobre dell’anno scorso risale un cambiamento delle etichette del diesel e della benzina. ll nuovo obbligo, che recepisce una direttiva europea, è stato pensato per permettere ai consumatori di scegliere il carburante più adatto alla propria auto. Per la benzina l’etichetta (di forma circolare) contiene la lettera E e un numero con la percentuale di componenti bio: E5 per alcol etanolo pari al 5%; E10 per il 10%, E85 per l’85%. Invece ad aprile scorso i prezzi della benzina hanno superato la soglia dei due euro al litro. Oggi la situazione legata alla benzina in Italia è più o meno stabile, senza alterazioni significative. 

Com’è la situazione rispetto alle ricerche sui tipi di carburanti più green: è molto bassa se parliamo di elettricità – solo 4,46% di crescita in 3 anni. Questo potrebbe essere legato al fatto che il nostro Paese non è interessato al cammino che porta verso i carburanti più sostenibili per il Pianeta? La maggior parte dei carburanti provoca danni alla nostra natura e oggi l’Italia, come la maggior parte dei paesi europei, si muove verso l’utilizzo di carburanti meno aggressivi per l’ambiente. Anche il continuo sviluppo tecnologico ci porta verso il libero utilizzo delle macchine ibride ed elettriche. In Italia l’interesse per le macchine elettriche e ibride ha iniziato a crescere dall’agosto dell’anno scorso e ha raggiunto il suo massimo con 90 mila ricerche al mese a gennaio 2019. Interessante notare che le ricerche delle auto elettriche superano i risultati delle query relative ai veicoli ibridi. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *