Controlli della Guardia di finanza contro le guide turistiche abusive sull’isola d’Ischia, cinque denunce

I finanzieri di Ischia, nell’ambito di servizi mirati, dopo aver eseguito una opportuna attivita’ informativa e di ricognizione nei punti di maggiore interesse turistico dell’isola (Castello Aragonese, zona museale di Lacco Ameno, borgo di Sant’Angelo) e nei punti di raduno presso gli imbarcaderi dei porti, hanno eseguito dei controlli nello specifico comparto delle guide e accompagnatori turistici; individuate 5 persone, 4 italiani e un tedesco, sprovvisti di abilitazione per l’esercizio di guida e accompagnatore turistico, mentre fornivano elementi significativi e notizie di interesse turistico dell’isola a gruppi di turisti di nazionalita’ italiana, tedesca e inglese. Sono stati anche rilevati dati di interesse fiscale, individuando i compensi percepiti per poter ricostruire i guadagni degli abusivi che senza l’intervento dei finanzieri sarebbero stati sicuramente sottratti al fisco. Ciascun gruppo pagava alla guida/accompagnatore, per un itinerario della durata di un’ora circa, l’importo complessivo di 100 euro. I cinque sono stati denunciati per abusivo esercizio di una professione, e, essendo sprovvisti dei titoli abilitativi, previsti all’art. 4 della Legge Regionale 11/1986, sono state loro contestate violazioni di natura amministrativa che prevedono sanzioni pecuniarie.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *