Pizze di solidarietà a Napoli per i lavoratori della Whirpool in presidio permanente, due forni a legno e centinaia di pizze sfornate

“Abbiamo voluto esprimere solidarietà ai lavoratori della Whirlpool sostenendo la loro causa di protesta per il rischio di perdere il lavoro. Abbiamo pensato che la pizza, quale prodotto tipico e popolare, potesse esprimere tutta la napoletanità di una causa così importante”. Si racchiude in queste poche parole di Claudio Sebillo, uno degli organizzatori del Napoli Pizza Village (dal 13/22 settembre), l’azione di solidarietà in favore dei lavoratori della nota azienda americana che sono in sit-in fuori lo stabilimento di via Argine a Napoli. Due forni a legna e centinaia di pizze sfornate nella notte hanno così sostenuto il presidio fisso dei lavoratori. Protagonisti della notte di lavoro i pizzaioli napoletani i fratelli Salvo ed Errico Porzio che, a turno, si sono alternati nell’infornare pizze che sono state distribuite ai lavoratori accampati fuori l’azienda di elettrodomestici per difendere la linea produttiva e il proprio posto di lavoro.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *