Il Sindaco di Capri “ordina” con un proprio provvedimento alla Caremar l’imbarco delle ambulanze sui traghetti di linea

Il Comune di Capri, attraverso un comunicato stampa diffuso oggi, informa che “il Sindaco di Capri, Marino Lembo, ha firmato questa mattina l’ordinanza n.115 avente ad oggetto la prosecuzione dell’imbarco sui traghetti delle ambulanze con pazienti a bordo, sbloccando di fatto la grave empasse che si era venuta a creare dopo l’impraticabilità di trasferire persone inferme sulle navi di linea Caremar  in ordine all’applicazione delle disposizioni di cui al d.lgs. 20/2001”. Con questo provvedimento, in pratica, il Sindaco ordina in via eccezionale e temporanea alla Caremar l’imbarco delle ambulanze a bordo ai traghetti di linea, nell’attesa della convocazione da parte del Prefetto e della risoluzione definitiva della problematica. L’Ordinanza è stata notificata alla Compagnia di Navigazione Caremar, alle Capitanerie di Porto di Capri, Sorrento, Napoli e Castellammare di Stabia, all’Asl Napoli 1 Centro, alla Regione Campania e al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

L’Ordinanza sindacale, in via d’urgenza fino al 31 luglio prossimo, è stata adottata in attesa che vengano adempiuti dalle Autorità Competenti gli atti necessari al ripristino del servizio. “Il provvedimento del Sindaco scaturisce dalla necessità di continuare a garantire il trasferimento a terra ferma degli ammalati ospedalizzati  e di quelli che necessitano di particolari terapie o di ricoveri, trasportati dalle associazioni di volontariato locali con proprie ambulanze, a seguito anche alla grave emergenza venutasi a creare con il fermo delle idroambulanze e le difficoltà legate ai trasferimenti consentiti con eliambulanze”, si legge nella nota. La Croce Azzurra di Padre Pio e la Società San Vincenzo de’ Paoli,  nonché la Delegazione  di Capri dell’Unione Nazionale Consumatori, avevano sollecitato l’intervento del Prefetto di Napoli, del Presidente della Regione Campania del Sindaco e di tutte le altre Autorità preposte, per superare il blocco.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *