Uccise a Rozzano (Milano) il suocero che aveva abusato della figlia, finisce a processo con giudizio immediato insieme ad un complice

E’ stato mandato a processo con rito immediato, davanti alla Corte d’Assise di Milano, il 35enne che nel febbraio scorso a Rozzano, nel Milanese, ha sparato e ucciso il suocero che era indagato per aver abusato della nipotina. Lo ha deciso il gip Teresa De Pascale che, accogliendo la richiesta del pm Monia Di Marco e dell’aggiunto Letizia Mannella, ha rinviato a giudizio anche il complice dell’omicida. I due sono finiti in cella per omicidio premeditato aggravato. Il genero dell’anziano aveva detto: “Ho avuto un black out”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *