Approda sul Mar Tirreno “…Sognando Itaca”, progetto di vela terapia per pazienti ematologici. La veleggiata solidale parte da Napoli grazie all’impegno di AIL

Ha preso il via nella città partenopea la 13° edizione di “…Sognando Itaca”, progetto di vela terapia mirato alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità di vita dei pazienti ematologici. L’iniziativa è promossa dall’AIL in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, con il contributo non condizionato di Takeda Italia. Per la tappa di Napoli, si è avvalsa per il quarto anno consecutivo della preziosa collaborazione di UnoUnoCinque Sailing Team, che ha messo a disposizione le proprie imbarcazioni e il proprio equipaggio per la veleggiata dei pazienti nel Golfo. Questo importante appuntamento è stato patrocinato dalla Marina Militare, dal CONI, dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli. L’iniziativa è stata presentata oggi 3 giugno alle ore 10.30, nel corso di una conferenza stampa presso i Giardini del Molosiglio del Circolo Canottieri Napoli. Hanno partecipato all’incontro Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli e Lucia Fortini, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania, Benedetto Esposito, Capitano di Fregata, Assistente del Comandante Comando logistico della Marina Militare e Presidente della Sezione Velica di Napoli, Lucia Mastrullo, già Primario A.S.L. Napoli 1 e Consigliere d’Amministrazione AIL Napoli, Annarita Egidi, Oncology Division Director Takeda Italia e Sergio Alioto, portavoce UnoUnoCinque Saling Team. A parlare dell’impegno di AIL al fianco dei pazienti Valeria Rotoli, Presidente AIL Napoli, Sezione Bruno Rotoli e Giuseppe Navoni, Presidente AIL Brescia e promotore dell’iniziativa.

La barca di “… Sognando Itaca” è partita il 3 giugno da Napoli, per un tour in 7 tappe che abbraccia il Mar Tirreno, con l’arrivo previsto a Palermo il 18 giugno. L’iniziativa offre la possibilità ai pazienti di navigare nel Golfo accompagnati da psicologi e infermieri sulle barche di UnoUnoCinque Sailing Team e della Marina Militare. Quest’ultima ha messo infatti a disposizione dei pazienti le sue imbarcazioni, un’attività che testimonia la forte sensibilità che la Marina Militare ha sempre dimostrato negli anni nei confronti della collettività e la sua volontà di non lasciare mai indietro nessuno. L’iniziativa ha inoltre potuto contare sul supporto dei Vigili del Fuoco – Distretto Sommozzatori Napoli. All’itinerario si aggiungerà anche uno speciale Itaca Day nel Mar Adriatico, il 13 giugno a Brindisi, che avrà luogo in occasione della regata velica internazionale Brindisi – Corfù (16-18 giugno). Ogni imbarcazione partecipante celebrerà il cinquantenario di AIL portando il vessillo con il logo dei 50 anni AIL.  La giornata ha avuto quindi come veri protagonisti i pazienti che grazie al progetto  “…Sognando Itaca” possono provare l’emozione unica di passare una giornata in mare aperto, lasciando a terra l’ansia e lo stress provocati dalla malattia. La vela infatti, per le sensazioni che offre e per le condizioni uniche e suggestive in cui viene praticata, ha una funzione terapeutica e contribuisce a rafforzare il rapporto esistente tra pazienti, medici e psicologi che compongono l’equipaggio assieme al personale di bordo. L’obiettivo del progetto AIL è quello di diffondere la vela terapia quale metodo terapeutico volto al miglioramento della qualità della vita dei pazienti ematologici. L’equipaggio, formato appunto da medici, pazienti e psicologi, può affrontare il mare aperto, con il carico di emozioni, suggestioni, incognite e difficoltà che esso comporta, e scoprire così nuove potenzialità e risorse. L’iniziativa potrà contare ancora una volta sul sostegno di una testimonial d’eccezione, la velista e campionessa olimpionica di Windsurf Alessandra Sensini, direttrice tecnica giovanile della FIV – Federazione Italiana Vela e Vice Presidente del CONI. 

Cruciani C, azienda leader nel fashion system mondiale, ha realizzato per l’occasione il braccialetto in macramè, color verde acqua, “Marea”. Il tema scelto è quello della conchiglia, simbolo di rinascita e positività. Il bracciale è disponibile sul sito shop.ail.it e presso le sezioni provinciali dell’Associazione. L’impegno della Sezione AIL di Napoli e UnoUnoCinque Sailing Team non si fermerà però alla sola giornata del 3 giugno. La vela terapia è diventata infatti un progetto permanente delle due associazioni: grazie all’iniziativa sAILing per un mese l’anno saranno organizzati, per i pazienti ed ex-pazienti con un’età minima di 15 anni, quattro incontri infrasettimanali di teoria e pratica con esperti velisti, per offrire a chi lo desidera la possibilità di avvicinarsi a questo sport. L’iniziativa si inserisce tra le attività che l’AIL e le sue 81 sezioni provinciali organizzano in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma del 21 giugno. La Giornata, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e istituita permanentemente dal Consiglio dei Ministri, è dedicata all’informazione sulle ultime novità scientifiche nella cura dei tumori del sangue, in particolare della Leucemia Acuta e le Mielodisplasie, e sui progetti per il miglioramento della qualità di vita dei pazienti.                

La tappa di Napoli di “…Sognando Itaca” è realizzata grazie al sostegno non condizionato di Takeda Italia.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *