In vacanza limitare l’uso dei dispositivi digitali da parte dei bambini

In vacanza limitare l’utilizzo da parte dei bambini di smartphone, tablet, computer, videogiochi e televisione. Lo raccomanda la Societa’ italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps), in vista del periodo estivo. “L’avvicinamento di bambini e ragazzi alle nuove tecnologie e’ inevitabile e non puo’ e non deve essere ostacolato”, spiega Giuseppe Di Mauro, presidente della Sipps. “Deve piuttosto essere limitato e guidato verso un uso consapevole e attraverso programmi di alta qualita’, compito che spetta in primo luogo ai genitori e agli altri adulti di riferimento, come gli insegnanti”, aggiunge. “I dispositivi multimediali – spiega Leo Venturelli, responsabile della Comunicazione e della Educazione alla salute della Sipps – non sono raccomandati nei bambini al di sotto dei due anni d’eta’, durante i pasti e almeno un’ora prima di andare a letto. Sono assolutamente da evitare programmi contenenti immagini veloci e app che mostrino contenuti violenti e per intrattenere un bimbo che piange o si trovi in luoghi pubblici. Possono invece avere effetti positivi nei bambini sui 3-4 anni di eta’: se visti insieme a un adulto/genitore possono essere utili per imparare parole attraverso l’utilizzo del video”.

Per la Sipps, per distogliere l’attenzione dei bambini dai dispositivi digitali, si potrebbe “favorire il piu’ possibile il movimento, la socializzazione e le attivita’ di gioco che prevedono un’interazione diretta e non virtuale: utile, per esempio, l’iscrizione a un centro estivo o a un corso sportivo”. Per i pediatri e’ bene incentivare la permanenza all’aria aperta, naturalmente con la necessaria protezione nei confronti dell’esposizione al sole e con gli opportuni accorgimenti di sicurezza in relazione al luogo e alle attivita’. “Impostare le giornate in maniera regolare: la mancanza di impegni consente – sottolinea la Sipps – certamente di alzarsi piu’ tardi del solito, ma non giustifica un’anarchia dei ritmi, e la durata fisiologica del sonno va assolutamente rispettata”. In vacanza anche l’alimentazione e’ importante. “Sorvegliare il regime alimentare, sia nella quantita’ che nella varieta’, privilegiando cibi freschi come frutta di stagione e limitando quelli confezionati e a elevato apporto calorico”, sottolinea la Sipps. Secondo i pediatri, lo sport potrebbe essere un’ottima medicina contro la noia e contro il desiderio di rifugiarsi nella tecnologia digitale. Secondo le ultime raccomandazioni dell’OMS – informa Piercarlo Salari, pediatra responsabile del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialita’ della Sipps – i bambini di eta’ compresa tra uno e quattro anni dovrebbero praticare almeno 180 minuti di attivita’ fisica ogni giorno, dei quali un’ora di intensita’ moderata-vigorosa nei bambini tra i tre e i quattro anni. L’Organizzazione Mondiale della Sanita’ invita inoltre a ridurre il piu’ possibile la permanenza davanti a uno schermo e sottolinea come 8 adolescenti su 10 siano sedentari”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *