Napoli, arrestati dai carabinieri due ladri di auto “tecnologici”, avevano anche uno jammer per impedire la chiusura delle vetture

I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli e del nucleo operativo della compagnia Vomero hanno tratto in arresto Giuseppe Di Vicino, un 34enne del vico Cimitile e Adolfo Ciro Contino, 21enne, di via Santa Maria Ognibene, entrambi già noti alle ffoo. A seguito segnalazione al 112 di persone sospette che si aggiravano in via Mario Ruta i carabinieri sono intervenuti bloccando la strada, subito dopo, notato aperto un cancello carraio al civico 41, vi sono entrati sorprendendo i due che dopo aver forzato alcuni garage stavano cercando di portar via 3 auto alle quali avevano già forzato le serrature. Uno dei malfattori alla vista degli operanti si è dato alla fuga in sella a uno scooter tentando di investire i carabinieri mentre gli altri 2 sono stati immediatamente bloccati. A seguito di perquisizione sono stati trovati in possesso di uno scooter con targa posticcia di cartone e telaio privo di numerazione nonché di vari arnesi atti allo scasso, tra i quali uno jammer, un flessibile a batteria, centraline decodificate per scooter e attrezzature per forzare serrature e relativi cilindri. Mentre continuano le indagini per identificare il complice in fuga, gli arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *