Avellino: rivendeva marche bollo sottratte in ufficio del Giudice di Pace nel Vallo di Lauro, cancelliere arrestato dalla Guardia di finanza

Prendeva i valori bollati che gli avvocati avrebbero dovuto applicare al momento del deposito di atti e li rivendeva, incollando poi su quelli degli avvocati marche da bollo false o di importo inferiore al richiesto. Accadeva nell’Avellinese, dove la Guardia di Finanza, nell’ambito di un’indagine della procura irpina, ha arrestato un cancelliere in servizio al giudice di pace nel Vallo di Lauro che, per il biennio 2012-2014, deve rispondere di peculato, falsificazione di monete, spendita e introduzione di monete falsificate e falsificazione di valori da bollo. L’uomo era addetto alla ricezione delle note di iscrizione a ruolo delle controversie depositate dai legali, e convinceva gli avvocati a dare a lui le marche da bollo; poi applicava sui loro atti delle marche contraffatte, rivendendo i valori bollati regolari di cui si era indebitamente appropriato. Gli accertamenti hanno mostrato che ha fatto questo in almeno 231 casi. Il valore complessivo dei valori bollati, relativi a 150 procedimenti civili, ammonta ad oltre 23.000 euro. L’indagine e’ nata nel 2017.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *