Dopo l’agguato di camorra davanti a una scuola di S. Giovanni a Teduccio e l’appello delle mamme a Mattarella, visita a sorpresa del presidente a Napoli

Mattarella torna a Napoli, e lo fa in un momento delicato per la città e i suoi abitanti, ancora scossi dalla brutale esecuzione di camorra nel rione Villa, enclave della periferia orientale, dove la luce dello Stato stenta a filtrare dalle tapparelle che molti tengono chiuse anche di giorno. Il presidente della Repubblica arriverà all’ombra del Vesuvio stasera, poche ore dopo il viaggio in Giordania, e domani, accompagnato dal presidente della Camera Roberto Fico, si recherà al museo di Capodimonte, che ospita sei capolavori di Caravaggio a cui se ne aggiunge un altro, la tela delle Sette opere di misericordia, rimasta al Pio Monte dopo il diniego al trasferimento da parte del ministero dei Beni culturali. Il capo dello Stato aveva già in programma di fare tappa nel capoluogo partenopeo per visitare la mostra di Caravaggio al museo di Capodimonte ma il Quirinale non aveva ancora fissato una data. Poi ieri, con il Presidente ancora impegnato in Medio Oriente, è filtrata la notizia del suo arrivo nel fine settimana. (Rassegna stampa – Il Mattino)

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *