Scoperto dai carabinieri un arsenale nascosto in un capannone a Mileto, un53enne é stato arrestato, denunciato il figlio

Le armi sequestrate

I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, insieme ai Cacciatori Calabria ed al Nucleo cinofili, a conclusione di una serie di controlli sul territorio, hanno scoperto un arsenale all’interno di un capannone a Mileto. Con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni da guerra è stato arrestato un uomo di 51 anni, F.C., mentre il figlio, R.C., di 19, è stato denunciato in stato di libertà per la detenzione di alcune munizioni da guerra. Le pareti del capannone presentano alcuni fori, segno che la struttura veniva utilizzata come poligono di tiro. Sono state trovate, complessivamente, tre pistole semiautomatiche, di cui una con matricola abrasa, un revolver, un fucile semiautomatico, 213 munizioni di vario calibro per fucile e pistola, una balestra, due coltelli, un moschetto con matricola abrasa e tre carabine ad aria compressa.

Condividi:
  • 14
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *