Sette anni fa il patron di Facebook acquistò Instagram, destinato a diventare un potente social network tutt’oggi in ascesa

Il 9 aprile di 7 anni fa Mark Zuckerberg annunciava che Facebook, l’azienda da lui fondata primo e più famoso social network, aveva acquistato Instagram, l’applicazione di elaborazione e condivisione di immagini, con i suoi tredici impiegati, per un valore di un miliardo di dollari. Il prevalere dell’immagine sul testo, la spinta all’apparire, la creatività e la pervasività maggiore rispetto agli altri parenti social ha decretato un enorme successo dell’applicazione che nel corso del tempo si è arricchita con la possibilità di maggiore post produzione dell’immagine, l’inserimento di video, e di scambio di messaggi. Ovviamente, vale sempre la medesima cautela raccomandata per tutti i social network: vigilare sugli adolescenti e valutare bene tutte le opzioni di privacy. E’ bene ricordare che una fetta di noi va a circolare nella rete.

L’applicazione web, sviluppata da Kevin Systrom e Mike Krieger, è stata lanciata il 6 ottobre 2010 inizialmente disponibile solo su iOS poi divenuta compatibile con qualsiasi iPhoneiPad o iPod touch avente iOS 3.1.2 o superiore. Dal 3 aprile 2012 è disponibile anche per i dispositivi che supportano Android, dalla versione 2.2 o superiore. Il 21 novembre 2013 è stata pubblicata la versione per Windows Phone. Il 28 aprile 2016 è stata pubblicata la versione per Windows 10 Mobile. Ad ottobre 2016 è stata pubblicata l’App anche per tablet PC Windows 10. A partire dal 14 gennaio 2019, la foto con più “mi piace” su Instagram è una foto di un uovo, pubblicata dall’account @world_record_egg, creata con l’unico scopo di superare il precedente record di 18 milioni su un post di Kylie Jenner. L’immagine ha superato i 50 milioni di “mi piace”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *