Bombe sull’aeroporto di Tripoli, scalo chiuso e migliaia di civili in fuga

Situazione sempre più tesa in Libia: le forze del generale Khalifa Haftar hanno bombardato oggi l’aeroporto di Mitiga, nell’est di Tripoli, l’unico scalo ancora funzionante nella capitale libica. che è stato chiuso. È quanto riferiscono all’AdnKronos fonti libiche. L’ aeroporto di Mitiga è quello attualmente operativo nella capitale, l’altro – preso e poi perso dall’Esercito nazionale libico – quello internazionale a sud di Tripoli e non più operativo da anni. Sono già più di 2.800 gli sfollati a causa dell’«escalation di violenze a Tripoli e nei dintorni» della capitale libica. Lo rende noto una dichiarazione odierna del coordinatore umanitario delle Nazioni Unite per la Libia, Maria Ribeiro, che denuncia un aumento delle sofferenze per «i rifugiati e i migranti trattenuti in modo arbitrario nei centri di detenzione in aree di conflitto». L’Onu continua a chiedere una tregua umanitaria. ​

Condividi:
  • 26
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *