Sequestrati orologi di lusso per 120mila euro all’aeroporto di Torino, 50enne rischia ora l’accusa di riciclaggio

Orologi di lusso, Rolex e Patek Philippe, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Torino, in collaborazione con i Funzionari Doganali, all’Aeroporto di Caselle Torinese. Fermato un cinquantenne di origini svizzere, con residenza nell’Astigiano ma con dimora stabile a Dubai, in partenza per Monaco di Baviera. L’uomo rischia sanzioni sino a 50mila euro per contrabbando, ma se gli esiti dei militari fossero positivi potrebbe incorrere in una più grave accusa di riciclaggio. Già noto agli inquirenti per vicende di truffa e ricettazione, l’uomo ha sostenuto che gli orologi erano stati acquistati negli Emirati Arabi, ma non ha saputo spiegarne il possesso né tantomeno la futura destinazione. Le fiamme gialle ipotizzano l’esistenza di una sorta di mercato ‘illegale’ di preziosi, il cui valore complessivo si aggira intorno ai 120mila euro. Parte degli orologi è già stata confiscata amministrativamente; si attendono ora gli esiti degli accertamenti dei Finanzieri sui restanti preziosi.

Condividi:
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    9
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *