Sequestrate 196 forme di Parmigiano Reggiano in due aziende in province di Parma e Reggio Emilia

Latte non conforme al disciplinare: è la motivazione che ha portato nei giorni scorsi al sequestro di 196 forme di formaggio a pasta dura – per un peso di 76 quintali – recanti sulla superficie laterale i segni distintivi della Dop Parmigiano Reggiano. Il sequestro, dal valore di 69mila euro, è stato effettuato dai carabinieri del reparto tutela agroalimentare (R.A.C.) di Parma insieme agli ispettori dell’organismo di certificazione della Dop e ha interessato due società nelle province di Parma e Reggio Emilia. Il blocco del prodotto si è reso necessario poiché accertato l’utilizzo di 100 tonnellate di latte non conforme: secondo il Disciplinare di produzione, infatti, le bovine da latte provenienti da altre filiere possono essere introdotte nel circuito tutelato, e il latte conferito alla produzione del Parmigiano Reggiano DOP, solo dopo 4 mesi dall’arrivo in azienda, al fine di adeguare l’alimentazione dei capi ai dettami della Dop. Contestati illeciti amministrativi per 4mila euro.

Condividi:
  • 6
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *