Nave Alan Kurdi diretta a Malta, due madri con i bambini rifiutano lo sbarco. Lampedusa era pronta all’accoglienza, critiche a Salvini “sfrutta tutto e tutti a suo vantaggio”

Nave Alan Kurdi, la Sea Eye con i migranti a bordo è diretta a Malta. È diretta verso le coste di Malta la nave ‘Alan Kurdi’, della Ong tedesca Sea Eye, dopo il no dell’Italia allo sbarco dei compagni delle tre donne, due mamme con i loro bambini e una donna in stato di gravidanza, dall’imbarcazione. Dopo uno stallo durato tutto il giorno davanti alle acque territoriali italiane a 15 miglia da Lampedusa, la nave viaggia verso Malta, paese che ha garantito che i nuclei familiari dei migranti non saranno divisi.
L’isola di Lampedusa era già pronta ad accogliere le donne con i loro figli di 1 e 6 anni, e una terza donna incinta, che erano state autorizzate a sbarcare dal Ministero dell’Interno. Ma le migranti non si sono volute separare dai propri mariti.
L’attacco a Salvini. Il ministro Salvini che “non ha umiliato solo i naufraghi, ma sfrutta tutto e tutti per ottenere il massimo vantaggio possibile da questa situazione“.
Condividi:
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    4
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *