Parete (Caserta), tenta il suicidio con la figlia in braccio, salvata dai carabinieri

Ha tentato di suicidarsi con la figlia minore. Feriti due carabinieri di Aversa intervenuti per salvarla. Il fatto e’ accaduto a Parete, nel Casertano, dove una donna di 33 anni si e’ recata nell’istituto dove era stata portata la bambina dopo essere stata giudicata inidonea alla maternita’. La bambina era stata portata nel centro il 26 marzo scorso. Dopo aver afferrato la piccola in braccio, ha tentato di lanciarsi dal balcone insieme a lei. La direttrice dell’istituto, appena arrivata la donna, aveva immediatamente chiamato i carabinieri e cosi’ i militari dell’Arma, presenti al tentativo di suicidio, sono riusciti ad afferrare al volo la donna prima che si lanciasse nel vuoto con la bambina. Uno dei carabinieri, in particolare, ha riportato la rottura del tendine della mano e varie escoriazioni. La donna e’ stata portata nel carcere di Pozzuoli in attesa di giudizio per direttissima.

Condividi:
  • 25
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *