I Boeing 737 Max rimarranno ancora a terra, il produttore lavora per una soluzione al software

I Boeing 737 Max rimarranno a terra ancora per settimane dopo che la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti ha annunciato che il produttore continua a lavorare per una soluzione al software. La compagnia aveva annunciato che avrebbe presentato la correzione alla FAA la settimana scorsa e aveva riunito centinaia di rappresentanti dell’industria, mercoledì scorso, per dimostrare i cambiamenti del software. L’agenzia federale ha poi annunciato che Boeing sta lavorando per mettere a punto il nuovo software, che sarà pronto nelle prossime settimane per poi essere approvato: il tempo è necessario per il lavoro supplementare da parte di Boeing come risultato di una revisione in corso del sistema di controllo di volo del 737 MAX – l’aereo più venduto della Boeing – per garantire che siano state identificate e opportunamente affrontate tutte le questioni pertinenti. Una volta ricevuta la documentazione, la FAA la sottoporrà ad una rigorosa revisione della sicurezza e il software non sarà approvato finché l’agenzia non sarà soddisfatta. Il 10 marzo scorso, un velivolo 737 Max 8 operato da Ethiopian Airlines si è schiantato poco dopo il decollo, uccidendo tutte le 157 persone a bordo.

Condividi:
  • 8
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *