Un attore e regista che ha sempre lasciato il segno nelle sue interpretazioni. Auguri a Massimo Bonetti per i suoi 68 anni

Ci fa piacere ricordare oggi un attore e  regista italiano che ha saputo lasciare un segno in ogni sua interpretazione, sia nel cinema che nella fiction televisiva. Tra le sue interpretazioni, ricordiamo Storia d’amore e d’amicizia (1982La piovra (1983) (interpretando il commissario Leo De Maria), il film Kaos di Paolo e Vittorio Taviani, il film Le vie del Signore sono finite come coprotagonista accanto a Massimo Troisi, il film Giovanni Falcone del 1993, in cui recita nel ruolo di Ninni Cassarà, la serie tv di Rai 3 La squadra, dove dal 2000 al 2007 interpreta da protagonista il ruolo dell’ispettore di polizia Pietro Guerra (morto nell’ultima puntata della serie, andata in onda il 5 dicembre 2007), i film Concorso di colpa (2005), regia di Claudio FragassoPer non dimenticarti (2006), regia di Mariantonia Avati, e Il lupo (2007), dove interpreta il protagonista Luciano Liboni, regia di Stefano Calvagna. Nel 2010 fa il suo esordio alla regia con il film Quando si diventa grandi.

Nel 2011 interpreta il ruolo del carcerato Rocco Liverani nell’undicesima stagione della fiction Distretto di Polizia. Nel 2012 interpreta Francesco Crocco, padre del brigante lucano Carmine Crocco nella miniserie TV Il generale dei briganti di Paolo Poeti. Nel 2014 prende parte al film No Profit Dylan Dog – Vittima degli eventi nei panni del misterioso commerciante Hamlin. Nel 2016 è nel film Il mondo di mezzo di Massimo Scaglione. Precedentemente fidanzato con l’attrice Martina Melani, dal 2011 è sposato con Giusi Taddei.

Nella foto con Massimo Troisi sul set di “Le vie del Signore sono finite”.

 

Condividi:
  • 349
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    349
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *