Truffe ad anziani con falsi incidenti, due napoletani, padre e figlio arrestati dalla polizia di Ragusa. Chiamavano i parenti delle presunte vittime e ottenevano soldi per risarcire la controparte, 7 i colpi accertati

La Polizia di Ragusa ha arrestato due truffatori seriali napoletani, padre e figlio, ‘professionisti’ nel simulare finti incidenti facendo credere ad anziani familiari delle presunte vittime di poter risarcire con 10.000 euro la controparte perché il congiunto era sprovvisto di assicurazione. Sono sette i colpi ricostruiti dalla Squadra mobile di Ragusa dallo scorso agosto ad oggi soltanto nel territorio ibleo. I due sono stati catturati a Napoli, dopo ricerche durate quasi un mese. La polizia ritiene che i due abbiamo agito in diverse regioni italiane. Non è la prima volta che la Squadra mobile di Ragusa indaga truffatori che scelgono vittime ultrasettantenni creando il terrore in persone anziane.

Condividi:
  • 19
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *