Arrestato dai carabinieri il “re del pane” di S. Maria C.V. (Caserta), l’uomo è accusato dal figlio pentito del boss Francesco Schiavone, di aver sostenuto il clan dei Casalesi

Le dichiarazioni del figlio pentito del boss Francesco Schiavone detto Sandokan inguaiano un noto imprenditore casertano, conosciuto come il Re del pane, Gianni Morico, titolare di numerosi panifici. Morico, originario di Grazzanise, è stato arrestato dai carabinieri dopo l’esecuzione della sentenza di Appello, a seguito della quale è stato condannato a 6 anni e otto mesi di reclusione. In primo grado, il panificatore casertano era stato assolto dalla pesante accusa di concorso esterno al clan dei Casalesi ma, successivamente, Nicola Schiavone, neo pentito della cosca, aveva riferito altri particolari sull’attività dell’imprenditore tanto da far ribaltare la sentenza in secondo grado. A chiedere l’arresto, era stato il Procuratore generale della Corte di Appello di Napoli. Con Morico è stato condannato ed arrestato anche un coimputato, Nicola del Villano, che si trovava ai domiciliari per scontare 11 anni di carcere. 

Condividi:
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    16
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *