Napoli, intervento dei vigili del fuoco a Chiaia per un incendio di cavi elettrici sprigionato nel sottosuolo. Black out e paura tra la gente

I vigili del fuoco sono intervenuti stamane a Napoli in Piazza Santa Caterina a Chiaia a causa di un incendio che si è sviluppato nel sottosuolo. In fiamme cavi elettrici che hanno provocato la fuoriuscita di fumo nero dalla strada, black out e panico per i residenti della zona.  Sul posto due autobotti dei Vigili del Fuoco e tecnici dell’Enel per il ripristino della corrente. Probabilmente il fatto e’ accaduto per un corto circuito, gli abitanti della zona da tempo lamentavano cali di tensione e interruzione della distribuzione dell’energia elettrica.

Nell’area interessata, che coincide con la zona dello shopping del lusso e sedi di banche, e’ stato sistemato un generatore elettrico per provvedere all’erogazione di energia a famiglie ed esercizi commerciali. Molti negozi hanno dovuto chiudere. Una parte di via Chiaia e’ transennata per permettere alle squadre di vigili del fuoco, Enel, Cytelium Sirti di lavorare. Una serie di segnalazioni era arrivata a partire dalle 2 di notte al centralino dei vigili del fuoco per interruzione dell’energia elettrica e per una puzza intensa di plastica bruciata. Quando intorno alle 8:30 di questa mattina e’ stato aperto l’accesso ai sottoservizi all’angolo di via Chiaia con piazzetta Caterina si e’ levata una densa nube di fumo nero, cosi’ come quando un’ora piu’ tardi e’ stato aperto un altro accesso piu’ a ridosso di piazza dei Martiri. Ancora non e’ chiara l’origine dell’incendio e la causa, ma i tecnico hanno trovato tutti i cavi dei sottoservizi bruciati.

Condividi:
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    4
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *