La scarsa igiene orale favorisce l’insorgere del diabete, Alzheimer e problemi al cuore. Ecco come prevenirli

Trascurare la salute del cavo orale influisce negativamente sulla condizione psicofisica, portando alla manifestazione di patologie infettive quali lesioni aftose, herpes e disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare. Un quadro clinico preoccupante evidenziato da una ricerca americana della Nutrition and National Examination e pubblicata su Daily Mail secondo cui il 40% della popolazione ha sofferto almeno una volta di tali problematiche legate alla scarsa igiene orale. Ma non è tutto, da un sondaggio dell’American Diabetes Association che in un campione di oltre 1000 intervistati ha esaminato una correlazione tra le problematiche dell’apparato orale e l’insorgere del diabete: il 73% degli intervistati ha ammesso infatti di avere problemi dentali come carie e parodontite. Per questo motivo il 20 marzo viene celebrata la Giornata Mondiale della Salute Orale (World Oral Health Day), iniziativa istituita dalla World Dental Federation per sensibilizzare sull’importanza della corretta igiene del cavo orale. Ma cosa si può fare per combattere più rapidamente e in maniera meno invasiva tali patologie? Oltre allo spazzolino, al filo interdentale e ai controlli degli esperti, un valido aiuto arriva dalla tecnologia laser made in Italy Theal Therapy, in grado di ridurre rapidamente i germi ed i batteri aggressivi presenti su denti e gengive, scongiurando l’insorgere di infezioni che potrebbero portare a gravi conseguenze per la salute.

“Il problema delle patologie legate alla scarsa igiene orale è estremamente rivelante ed è per questo che l’utilizzo della laserterapia rappresenta un grande alleato per salvaguardare la salute della propria bocca e del proprio corpo in generale – spiega Ennio Aloisini, CEO di Mectronic – La Theal Therapy, grazie a un set di applicatori brevettati e all’emissione polimodale selettiva, permette di trattare in maniera rapida, efficace e non invasiva lesioni aftose, leucoplachie, cheilite angolare e herpes labialis. Il dispositivo più utilizzato in ambito dentale è iLux XP, dotato dell’innovativo applicatore ENT che ha permesso di ottenere importanti risultati nella cura della Sindrome ATM, ovvero il disturbo legato all’articolazione temporo-mandibolare”. Cure innovative che potrebbero risolvere concretamente le problematiche di milioni di persone che soffrono di problemi ai denti e che, troppo spesso, nemmeno si curano: basti pensare che secondo una ricerca condotta da Censis e ANDI sono circa 17 milioni le persone che non fanno visite di controllo dal dentista durante l’arco dell’anno, e ben 3,7 milioni sono millennials. Addirittura un milione di italiani non è mai andato da un dentista e il 70% di bambini tra 6 e 14 anni non svolge le visite di routine. Anche in Inghilterra la situazione non è delle migliori sotto questo punto di vista: come riportato recentemente da The Mirror, secondo il Royal College of Surgeons nel 2018 il 58% degli under 4 non si è recato a farsi controllare da un esperto.

Ma non è tutto, perché il proliferarsi di batteri nel cavo orale rappresenta una delle principali cause di problemi cardiaci e addirittura rischio di alzheimer e problemi al cuore. Lo hanno evidenziato uno studio riportato da CBS News, secondo cui gli affetti da malattie gengivali presentano il 52% di possibilità in più rispetto alla media di contrarre l’alzheimer, e gli esperti del British Heart Foundation, che hanno rilevato come le persone con problemi alle gengive sono più soggette alle malattie cardiovascolari perché, dei 100 milioni di batteri che vivono su un dente poco curato, alcuni potrebbero entrare nel flusso sanguigno causando ulteriori complicazioni cardiache. Per questo motivo affidarsi alla laserterapia diventa un utile rimedio. La Theal Therapy, infatti, grazie al suo potere battericida e biostimolante, consente di ridurre la quantità di flora batterica sub‐gengivale e di ridurre rapidamente ed in modo efficace i germi ed i batteri aggressivi nel canale radicolare, permettendo di evitare dolorose infezioni. Decontaminando le tasche parodontali, la laserterapia evita l’insorgere di complicazioni che, nei casi più gravi, può portare alla perdita del dente stesso. THEAL Therapy permette di selezionare il mix delle lunghezze d’onda e la modalità di emissione polimodale al fine di massimizzare l’effetto antinfiammatorio e analgesico.   

Condividi:
  • 20
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *