Incendio in un cantiere della metro a Catanzaro, in fiamme una catasta di traversine in legno. I vigili del fuoco hanno domato il rogo di origine dolosa

E’ di origine dolosa l’incendio sviluppatosi stamane, all’alba, in uno dei cantieri della costruenda metropolitana di Catanzaro, nel quartiere Aranceto, in localita’ Passo di Salto. I Vigili del Fuoco hanno lavorato per diverse ore prima di riuscire a domare le fiamme che hanno distrutto una catasta di traversine ferroviarie in legno. Viste le condizioni della zona e l’imponente massa di calore che si e’ sviluppata, i pompieri non hanno trovato elementi utili per le indagini, ma non hanno dubbi sul fatto che le fiamme siano state appiccate da qualcuno, non essendo state riscontrate le condizioni per un innesco accidentale. I lavori prevedono un collegamento ferroviario di tipo metropolitano tra la nuova stazione della citta’, in localita’ Germaneto, e l’attuale stazione di Catanzaro Sala, a cui si affianchera’ l’adeguamento a linea metropolitana della rete ferroviaria gia’ esistente nella valle della Fiumarella, tra Catanzaro Sala e Catanzaro Lido.

I lavori sono stati avviati all’inizio del 2017 e sono stati aggiudicati alla societa’ Vianini S.p.A., con un investimento di 103 milioni di euro. La nuova rete colleghera’, l’area direzionale del capoluogo calabrese, in cui sorgono, tra l’altro, l’universita’, il policlinico universitario e gli uffici della Regione Calabria, con il centro ed i quartieri periferici. Nel cantiere saranno impiegati a regime circa 300 addetti. In poco meno di un quarto d’ora sara’ possibile cosi’ spostarsi dal centro storico alla zona sud. L’intervento prevede l’ammodernamento di 12 chilometri di rete ferroviaria gia’ esistente e la realizzazione di 5 chilometri ex novo verso Germaneto. Secondo il progetto della Regione, che ha finanziato l’opera con fondi comunitari, l’impianto della nuova metropolitana leggera sara’ realizzato con materiali a basso impatto ambientale e consentira’ una riqualificazione delle zone degradate della citta’, oltre ad una maggiore prevenzione, attraverso un nuovo sistema di canalizzazione delle acque.

Condividi:
  • 2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *