Qualità della vita, Vienna per il decimo anno consecutivo è prima, al 41esimo posto Milano e solo 56esima Roma

Per il decimo anno consecutivo, Vienna detiene lo scettro della citta’ con la miglior qualita’ di vita nella classifica della Mercer, societa’ americana di consulenza. Per vedere le italiane, bisogna scorrere la lista fino al 41esimo posto occupato da Milano che, a pari merito con Londra, guadagna una posizione rispetto all’anno scorso. Stesso miglioramento per Roma che pero’ si classifica 56esima, tra Yokohama (Giappone) e Aberdeen (Gran Bretagna). Sul podio, a inseguire la capitale austriaca, ci sono Zurigo e, in un affollato terzo posto, Monaco, Vancouver (Canada) e Auckland (Nuova Zelanda). Nelle prime dieci posizioni regna la Germania che oltre al secondo posto di Monaco, detiene il sesto e il settimo rispettivamente con Dusseldolf e Francoforte. La classifica, concepita come strumento per aiutare le organizzazioni internazionali a determinare i livelli di stipendio per i dipendenti all’estero, si basa su 39 criteri.

Questi includono alloggi, stabilita’ politica, criminalita’, tempo libero, inquinamento atmosferico, infrastrutture, sistema sanitario, istruzione ed economia. Dai dati della Mercer emerge che tutte le citta’ statunitensi sono scese in classifica nel 2019, con l’eccezione di New York che e’ salita di un posto a 44 grazie alla costante riduzione del tasso di criminalita’. San Francisco, al numero 34, risulta la citta’ Usa con il miglior punteggio. In Asia, Singapore ha la piu’ alta qualita’ di vita, 25esimo posto a livello globale, seguita dalle giapponesi Tokyo e Kobe (49esime). Hong Kong e’ stata classificata al 71esimo posto e Seoul al 77. All’altra estremita’ della classifica, la citta’ con il punteggio piu’ basso risulta Baghdad, 231esima; Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, e Sanaa (Yemen) rispettivamente 230 e 229.

Condividi:
  • 45
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *