Hanno tentato di uccidere un 43enne ai domiciliari, arrestati dalla polizia. La vittima è stata picchiata e accoltellata, è grave

La polizia ha fermato due persone per il tentato omicidio di un 43enne che ieri è stato violentemente aggredito e ferito in maniera molto grave nella sua casa di Vittoria, dove era agli arresti domiciliari. Secondo l’accusa hanno fatto irruzione nell’abitazione e lo hanno colpito con pugni e calci e poi più volte colpito con una bottiglia rotta. Ferito, in maniera non grave, anche il fratello della vittima. All’aggressione erano presenti la moglie e i loro figli piccoli. La donna per proteggere i bambini si è chiusa in una stanza. Uno dei due presunti aggressori è stato portato in carcere, l’altro è ricoverato in ospedale e piantonato dalla polizia per ferite riportate durante l’aggressione. Il fermo, eseguito dalla squadra mobile della Questura di Ragusa e dal commissariato di Vittoria, è stato emesso dalla Procura. Resta ancora non chiaro il movente. Il 43enne è ricoverato in ospedale ed è stato già sottoposto a un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono ritenute dai medici molto gravi.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *