Perquisizioni delle forze dell’ordine nel ghetto Borgo Mezzanone, oltre 200 uomini hanno partecipato all’operazione coordinata dalla Procura Foggia

Circa duecento uomini tra polizia , carabinieri e guardia di finanza sono stati impegnati in una operazione interforze nel ghetto di Borgo Mezzanone, vicino a Foggia, l’agglomerato di baracche abusive sorto accanto al Cara – Centro richiedenti Asilo – dove attualmente risiedono circa 1500 migranti. Il numero raddoppia durante il periodo estivo della racconta del pomodoro. Le forze dell’ordine hanno effettuato perquisizioni e controlli tra i manufatti dove, secondo indagini coordinate dalla Procura di Foggia, si consumerebbero reati come la prostituzione. Le baracche abusive controllate sono state sottoposte a sequestro finalizzato all’abbattimento. Alle operazioni hanno preso parte anche militari dell’Esercito.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *