Napoli, 72enne muore dopo sei ore di attesa all’ospedale S. Paolo, aperta un’inchiesta dopo la denuncia dei familiari, disposta l’autopsia. Il ministro Grillo invia gli ispettori

Sara’ l’autopsia, che sara’ disposta nei prossimi giorni, a fare luce sulla morte di E.E., l’uomo di 72 anni morto sabato scorso, nel Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta, a Napoli, in circostanze da chiarire. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, la vittima era gia’ stata portata, nello stesso ospedale, quattro giorni fa, sempre con forti dolori addominali. Sarebbe stata la stessa vittima, dopo che gli era stata diagnosticata una influenza, a decidere di non farsi ricoverare. A coordinare le indagini sono i magistrati della VI sezione della Procura della Repubblica di Napoli (procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio) i quali, dopo avere acquisito l’informativa degli investigatori, apriranno un fascicolo.

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha disposto un’ispezione urgente per accertare quanto accaduto all’Ospedale San Paolo di Napoli, dove un paziente settantaduenne e’ deceduto al pronto soccorso dopo aver atteso per ore. Gli ispettori dovranno stabilire se a determinare il decesso abbiano contribuito difetti organizzativi e se siano state rispettate tutte le procedure previste a garanzia della qualita’ e sicurezza delle cure. La task force e’ formata da ispettori del ministero, esperti dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), dell’ISS (Istituto Superiore di Sanita’) e Carabinieri del Nas. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *