Il post su Sanremo diventa virale, ma chi è davvero il suo autore?

Nell’epoca dei social, ogni post diventa un vero e proprio duello, a colpi di like. L’idea geniale, la freddura condivisa al momento giusto, basta poco per diventare virali ed essere i protagonisti del momento. La notorietà e la gloria del web portano con sé lo scotto del successo: nel Far West non ci sono regole. E così non è detto che, sebbene tu abbia saputo cogliere il momento e trasformarlo in un post pubblico, altrettanto pubblicamente te ne vengano riconosciuti i meriti. Spesso l’idea di qualcuno, diventa il merito di qualcun altro. Basta condividere, ripostare, riproporre quel medesimo contenuto attribuendolo a sé stessi. Chi potrà mai sapere nell’immenso universo di internet, chi davvero abbia lanciato quella navicella virale nello spazio della rete? E nel frattempo, tutta la galassia, ignora chi sia il vero autore del post che sta viaggiando di Home in Home. Così è successo nei giorni scorsi a Gianpaolo Pregevole, giovane originario di Napoli e attualmente residente a Milano, che durante la prima serata del Festival di Sanremo ha postato su Facebook un post, diventato poco dopo virale.

Gianpaolo, tuttavia, è anche cofondatore ed admin della pagina Facebook “Telecapri & Co. – Operazione Nostalgia”, dove ormai i follower sono più di 200.000. Lui e il “suo socio in affari”, Andrea Macera, hanno infatti ormai da anni creato un piccolo fenomeno sui social, tutto a tema Napoli. Qui postano i ricordi, le gag e tutto ciò che riguarda la città partenopea, riproponendo trasmissioni e video del passato e del presente, alimentando “la nostalgia” attraverso cantanti e attori che di Napoli sono ormai simbolo. Sono proprio le tv campane a dare spunto a tante delle loro pubblicazioni, da qui il nome tributo all’emittente Telecapri.

Così Gianpaolo, dopo aver postato sul proprio profilo personale la simpatica esternazione a tema Festival, la condivide sulla pagina di cui è admin. È boom di Mi Piace: il post entra in rete, ormai virale. Altre pagine si accodano alla sua idea, condividendo a loro volta le stesse parole. Ed è in questa catena infinita che il nome di Gianpaolo si perde e al suo post vengono attribuiti, erroneamente, altri autori. Lui cerca di evidenziare la paternità di quanto pubblicato, ma i commenti sotto le altrui condivisioni, vengono puntualmente cancellati da coloro che vogliono accaparrarsene le lodi. Sulla pagina “Telecapri & Co.” anche i fan vengono messi al corrente di quanto avvenuto, ed insorgono a sostegno dei loro admin. Solo oggi, per la prima volta dopo giorni, Gianpaolo riceve un po’ di “giustizia” attraverso questo articolo, che racconta il reale iter di questo post, ma soprattutto la sua reale fonte.

Condividi:
  • 845
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    845
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *