Imprenditori creano 20 società fantasma per ottenere finanziamenti dalle banche, indagini dei carabinieri a Torino

Lingotti d'oro e denaro contante per un valore di 1,3 milioni di euro. E' un vero e proprio tesoro quello scoperto dai carabinieri, a Torino, in un 'self storage', i depositi a lungo termine di merce privata. L'affittuario, un imprenditore italiano di 46 anni, è stato arrestato. L'accusa nei suoi confronti è di ricettazione. Gli inquirenti non escludono che possa trattarsi di provento di furti o rapine. I militari del Nucleo radiomobile hanno sequestrato 75 lingotti d'oro, per un totale di venti chili e un valore di oltre 675mila euro, e decine di mazzette di denaro, termosaldate e sottovuoto, per 600mila euro. L'operazione è scattata durante i controlli per il contrasto al traffico di stupefacente, che nell'ultimo periodo si sono soffermati in particolare sui box self storage. Durante il servizio, il cane antidroga Jackie ha fiutato un forte odore, segnalando il box da cui provenire come sospetto: una volta aperto, i carabinieri hanno trovato i borsoni con i soldi e i lingotti. ANSA/CARABINIERI EDITORIAL USE ONLY NOO SALES

Quattro imprenditori sono stati arrestati dai carabinieri nelle indagini scattate dopo il ritrovamento di lingotti d’oro e denaro contante per un valore di 1,3 milioni di euro in un ‘self storage’. Le accuse sono associazione finalizzata a condotte di truffa, riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori, truffa per il percepimento di erogazioni pubbliche, frodi fiscali e fittizie intestazioni di beni. Il gruppo criminale ha costituito, in Italia e all’estero, più di 20 società fantasma, nel settore energetico e consulting, per ottenere finanziamenti bancari per diversi milioni. Gli imprenditori sono stati bloccati dai militari mentre cercavano di fuggire all’estero, dopo aver saputo che il loro deposito era stato scoperto, il 28 gennaio, quando era finito in manette, per ricettazione, un imprenditore italiano di 46 anni, affittuario del garage. Durante le perquisizioni sono stati sequestrati documenti, un rilevatore di microspie, 11 lingotti in oro per un totale di 99mila euro e 49mila euro in contanti.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *