Al via la mappatura hi-tech nella “Terra dei fuochi”, iniziate le operazioni con l’impiego di un sofisticato velivolo della Guardia di finanza

Consentirà, anche a un’attività di post produzione, di individuare gli obiettivi “sensibili” su cui indirizzare le azioni di contrasto per combattere, in maniera più incisiva, il fenomeno dei roghi e della gestione illegale dei rifiuti. E’ iniziata la mappatura aerea della cosiddetta “Terra dei fuochi” con mezzi aerei dotati delle più sofisticate tecnologie, messi in campo dalla Guardia di Finanza. A rendere noto l’avvio delle operazioni è la Prefettura di Napoli. Si tratta, infatti, di attività coordinate dalla Prefettura di Napoli, d’intesa con la Prefettura di Caserta e programmate dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella Regione Campania, Vice Prefetto Filippo Romano. Il mezzo aereo impiegato è il velivolo ad ala fissa “Piaggio DP1” del Gruppo Esplorazione Aeromarittima della Guardia di Finanza di Pratica di Mare, che si affianca agli elicotteri del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.