De Luca: “Il focolaio di Mondragone è stato isolato, oggi la Campania è a contagio zero. Sui media c’è stata disparità di trattamento, in Piemonte immagini da pic-nic, a Mondragone di guerra”

“Abbiamo affrontato il focolaio di Mondragone con il rigore e la tempestività di sempre. Possiamo dire che oggi la Campania è contagio zero e il focolaio della città casertana è stato isolato”. Così, durante una diretta su Facebook, il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, torna sul focolaio scoppiato qualche giorno fa nei palazzi ex Cirio a Mondragone (Caserta). Il governatore evidenzia che la Regione ha effettuato i tamponi “a tutti gli abitanti dei palazzi ex Cirio, sia italiani, sia bulgari che di varia nazionalità”. De Luca ricorda che dopo la data di scadenza della zona rossa (prevista per il 9 luglio) nei palazzi ex Cirio, “si effettueranno altri tamponi a tutti. Se dovessero esserci altri positivi, li ricovereremo negli ospedali Covid, ma di certo, dopo quella data, libereremo le palazzine”. Il presidente campano svela che “subito dopo questo periodo di quarantena organizzeremo qualche bella iniziativa a Mondragone per rilanciare l’economia turistica e agricola. Cioè promuovere lo sviluppo del territorio e non danneggiarlo”. “Dobbiamo continuare ad avere gli occhi aperti e quando dovesse emergere qualche problema, dobbiamo denunciarlo, affrontarlo e risolverlo con estrema decisione e tempestività. Abbiamo il dovere di fare sempre operazioni verità, senza occultare nulla, a maggior ragione quando si parla della salute dei cittadini”.

“In questi giorni ho ascoltato notizie relative ad una città del Piemonte dove sono stati scoperti dei lavoratori stagionali di altri Paesi europei o extraeuropei impegnati a raccogliere la frutta. Mi è capitato di vedere delle immagini paradisiache, con lavoratori che dormivano nei parchi pubblici, sembrava un pic-nic sui prati fioriti. Non le immagini di guerra di Mondragone. Mi è parso di rilevare una qualche diversità nel presentare un problema, quasi identico a Mondragone o quantomeno sovrapponibile, ma come sapete la Campania appartiene alla categoria degli afflitti non dei fortunati”. Così il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, durante l’appuntamento del venerdì per fare il punto sull’emergenza Covid-19. Secondo il governatore “i tamponi vanno eseguiti comunque, indipendentemente dalla temperatura. Noi li abbiamo fatti. Mi è parso di capire, invece, che sempre in quella cittadina del Piemonte si facessero i controlli della temperatura e poi i test sierologici o i tamponi”. “I tamponi vanno fatti a prescindere perché ormai il 90% dei positivi è asintomatico” conclude De Luca.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.