Carceri: rivolta placata a Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Il motivo e’ legato al fatto che la mattina era arrivata la notizia di un primo detenuto risultato positivo al Covid-19

Sono durate per ore le proteste al penitenziario di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) scoppiate ieri alle 20. Un gruppo di 150 detenuti era riuscito ad impossessarsi delle chiavi di sei sezioni del carcere e le aveva occupate facendo allontanare gli agenti di polizia penitenziaria. Il motivo e’ legato al fatto che la mattina era arrivata la notizia di un primo detenuto risultato positivo al Covid-19. Momenti di tensione poi placatasi in piena notte dopo che i detenuti hanno avuto la rassicurazione che saranno eseguiti i test a tutta la platea carceraria. Polizia e carabinieri in tenuta antisommossa erano pronti ad entrare in azione ma non sarebbe stata usata la forza. Ora nell’istituto di pena e’ tutto nella norma.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.