Istat rende noto i dati dell’inflazione, rincari da 486 euro a Bolzano, 246 euro a Napoli, 235 a Venezia e 232 a Bari (per fam da 3 persone) Le regione più care: Trentino +344 euro, Campania +140, Veneto +129 euro, (per fam da 3 persone)

L’Istat ha reso noti oggi i dati dell’inflazione delle regioni e dei capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti, in base ai quali l’Unione Nazionale Consumatori ha stilato l’ormai tradizionale classifica delle città e delle regioni più care d’Italia, in termini di aumento del costo della vita, non solo rispetto alla famiglia tipo, da 2,3 componenti, ma anche per la famiglia di 3 persone, la tipologia di nucleo familiare ora più diffusa in Italia.

Secondo lo studio dell’associazione di consumatori, in testa alla classifica dei capoluoghi e delle città con più di 150 mila abitanti più care in termini di rincari, si conferma Bolzano che, con un’inflazione dell’1,4%, ha la maggior spesa aggiuntiva, equivalente, per una famiglia di 3 persone, a 486 euro (422 per una famiglia tipo). Al secondo posto Napoli, dove il rialzo dei prezzi dell’1% determina un aggravio annuo di spesa, per la famiglia di 3 componenti, pari a 246 euro (216 per la famiglia tipo), terza Venezia, dove l’inflazione a +0,7% comporta una spesa supplementare pari a 235 euro (185 per una famiglia tipo). Al quarto posto Bari, che, però, per quanto riguarda la famiglia media, batte Venezia, risultando terza, con un incremento di 187 euro, mentre è quarta per la famiglia da 3 persone, con 232 euro. Ben 7 città sono addirittura in deflazione, tra le quali Roma. Le città più convenienti sono Aosta, dove l’abbassamento dei prezzi dello 0,5% genera un risparmio annuo di 144 euro per una famiglia media. Al secondo posto Bologna (-0,3%, pari a -85 euro) e al terzo Potenza: -0,2%, pari -43 euro.

In testa alla classifica delle regioni più costose in termini di maggior spesa, svetta il Trentino Alto Adige che, con l’inflazione più alta, +1,1%, registra, per una famiglia di 3 componenti, una batosta pari a 344 euro su base annua (291 euro per la famiglia tipo). Segue la Campania, dove l’incremento dei prezzi pari allo 0,6%, implica un’impennata del costo della vita pari a 140 euro (122 per fam. tipo), terzo il Veneto, dove per via dell’inflazione a +0,4%, si ha un salasso annuo, per la famiglia di 3 persone, di 129 euro, 100 euro per la famiglia tipo (battuto per questa tipologia familiare dall’Abruzzo, con 102 euro). Il record del risparmio per la Valle d’Aosta, che registra un calo dei prezzi dello 0,4%, 115 euro di minor spesa per la famiglia media, seguita dal Lazio, con una deflazione dello 0,1% ed un risparmio di 24 euro. Al terzo posto, la Basilicata: -0,1% e -21 euro.

 Tabella n. 1: Podio delle città PIÙ care (capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti), in termini di spesa aggiuntiva annua (in ordine decrescente di spesa per famiglia da 3 persone)

N Città Rincaro annuo per la famiglia di 3 persone Rincaro annuo per la famiglia tipo

(da 2,3 componenti)

Inflazione

annua di febbraio

1 Bolzano 486 422 1,4
2 Napoli 246 216 1
3 Venezia 235 185 0,7
4 Bari 232 187 0,9

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

Tabella n. 2: Podio delle regioni più care, in termini di spesa aggiuntiva annua (in ordine decrescente di spesa)

N Regioni Rincaro annuo per la famiglia di 3 persone Rincaro annuo per la famiglia tipo

(2,3 componenti)

Inflazione

annua di febbraio

1 Trentino Alto Adige 344 291 1,1
2 Campania 140 122 0,6
3 Veneto 129 100 0,4

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

Tabella n. 3: Classifica completa delle città più care (capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti), in termini di spesa aggiuntiva annua (in ordine decrescente di spesa) per famiglia tipo

N Città Rincaro annuo per la famiglia tipo

(da 2,3 componenti)

Inflazione

annua di febbraio

1 Bolzano 422 1,4
2 Napoli 216 1
3 Bari 187 0,9
4 Venezia 185 0,7
5 Trento 147 0,6
6 Trieste 120 0,5
7 Modena 112 0,4
8 Firenze 108 0,4
9 Torino 106 0,4
10 Palermo 104 0,5
11 Catanzaro 96 0,5
12 Milano 88 0,3
13 Catania 83 0,4
14 Genova 73 0,3
15 Perugia 68 0,3
16 Padova 52 0,2
17 Cagliari 42 0,2
18 Ravenna 28 0,1
19 Messina 20 0,1
20 Reggio Calabria 19 0,1
21 Brescia 0 0
22 Verona 0 0
23 Parma 0 0
24 Ancona -22 -0,1
25 Roma -25 -0,1
26 Livorno -27 -0,1
27 Reggio Emilia -28 -0,1
28 Potenza -43 -0,2
29 Bologna -85 -0,3
30 Aosta -144 -0,5

 Tabella n. 4: Classifica completa delle regioni più care, in termini di spesa aggiuntiva annua, per famiglia tipo

N Regione Rincaro annuo per la famiglia tipo

(da 2,3 componenti)

Inflazione

annua di febbraio

1 Trentino Alto Adige 291 1,1
2 Campania 122 0,6
3 Abruzzo 102 0,5
4 Veneto 100 0,4
5 Sicilia 98 0,5
6 Puglia 97 0,5
7 Umbria 87 0,4
8 Toscana 77 0,3
9 Piemonte 75 0,3
10 Calabria 74 0,4
11 Friuli-Venezia Giulia 70 0,3
12 Sardegna 59 0,3
13 Liguria 46 0,2
14 Lombardia 28 0,1
15 Emilia-Romagna 27 0,1
16 Marche 22 0,1
17 Basilicata -21 -0,1
18 Lazio -24 -0,1
19 Valle d’Aosta -115 -0,4

 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.