Il racconto del medico dell’ospedale di Salerno aggredito insieme ad un infermiere dai familiari di un anziano paziente deceduto, “In dieci contro di me”

Lo hanno accusato di aver lasciato morire il loro familiare, un anziano parente. “Sono entrati in Medicheria e mi hanno iniziato a picchiare, prima me e poi il mio infermiere”. A parlare – come racconta il quotidiano “Il Mattino” – è lo pneumologo Antonio Galderisi, violentemente picchiato mentre era in servizio, nel suo reparto dell’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Per quella aggressione la polizia di Salerno ha denunciato due persone, padre e figlio, rispettivamente figlio e nipote dell’anziano ultrassettantenne morto nel tardo pomeriggio di giovedì. L’uomo era ricoverato per un problema ai bronchi e, stando a quanto riferiscono dall’azienda ospedaliera, le sue condizioni non erano buone. È morto, secondo quanto riferito dai medici agli investigatori, per un collasso cardiaco.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.